21 gennaio 2009

nido sezione semi-divezzi 09

Con questo post ho deciso di inaugurare una nuova sezione , scriverò qualcosa sul mio lavoro,questo perchè voglio tenere un ricordo scritto di questi momenti,per poi magari rileggerli più avanti.
Se non vi interessa l'argomento basta solo non leggere i post quando li metto :P
Stamattina i primi 4 bimbi inseriti hanno fatto il primo pasto da soli e devo dire che le cose sono andate abbastanza bene.
Solo C. (13 mesi) una delle bimbe di cui sono il riferimento* ha avuto qualche difficoltà ,non ha voluto mangiare niente ,ha solo assaggiato un pò di formaggio grana.
Al momento del cambio ,subito dopo mangiato ,è entrata in crisi ,ha iniziato a piangere molto e si è irrigidita moltissimo.Era tutta rossa in faccia!mi sono presa uno spavento perchè lei di solito si mostra tranquilla e serena.
Devo trovare il modo di farmi accettare da lei anche durante il momento del cambio,adesso penso a come fare.Intanto domani provo a distrarla con un giochino speriamo bene!
Per il resto la mattinata è andata bene e domani abbiamo gli altri 5 che mangiano li per la prima volta,con i genitori!Poi da lunedì avremo una settimana di consolidamento per i primi 9 inseriti e il lunedì successivo arrivano altri 5 bimbi.
Saranno altre 3 settimane molto intense ma poi le cose saranno sempre più in discesa.

Educatrice di riferimento (cit.http://www.sestosg.net/)
[Uno dei passaggi significativi dal nido assistenziale al nido educativo è stato contrassegnato dall’adozione della figura di riferimento: le educatrici sono passate dall’idea "tutti i bambini sono di tutte" alla organizzazione per gruppi di riferimento.
Questa organizzazione prevede che l’educatrice sia un riferimento per i bambini che formano il suo gruppo di inserimento: è lei ad accogliere i bambini, si fa carico dei loro bisogni e richieste, ascoltando le esigenze del bambino e della famiglia, rispettandone i tempi e ritmi di adattamento. Inoltre l’educatrice di riferimento si pone come tramite per il bambino facilitando la conoscenza del nuovo ambiente, delle altre figure adulte e degli altri bambini presenti al nido.
Concretamente, a inserimento avvenuto, l’educatrice di riferimento è l’interlocutrice privilegiata dei genitori, ed è la persona che cura i momenti significativi (le cure corporee, il pasto, il sonno) della giornata al nido per il suo gruppo di riferimento.]

5 glue dots:

Enri_Enfa ha detto...

guarda io non ripeterò mai di dirlo che chi fa un lavoro come il tuo merita tutto il rispetto considerando quanto è impegnativo e delicato!!!

my whisper ha detto...

Grazie enrica ,fa sempre piacere sentirselo dire.
Ogni tanto trovo delle persone che quando dico che lavoro fanno mi dicono " ah ma allora te non fai na sega ..passi la giornata a giocare "..
in quei casi conto fino a dieci e cambio argomento!!!
ciauuz

Bietolina ha detto...

Tieni duro :) e nn sentirti mai sbagliata...uf che nostalgia...
anche da noi è usata la figura di riferimento ma mi sono accorta che non in tutti gli asili è cosi! per me è molto utile!
Buon lavoro :)

Bietolina ha detto...

a me sai cosa dicono??? Ahhhhh fai la maestriiiiiiiiiiiiiiiinaaaaaaaaa!!! e mi vien un nervosoooo!:P

my whisper ha detto...

bietolina* certo tengo duro,anche se mi risulta difficile non sentirmi sbagliata.Anche oggi la bimba hai iniziato a urlare quando siamo andati a lavare le mani e al momento del pasto non ha proprio toccato cibo.Speriamo in meglio per i prossimi giorni.
ps. anche quando dicono "maestrinaa " che nervoso!!!!
ps2 anche secondo me è molto utile la figura di riferimento!